Un languirono da soddisfare

Lungo la strada Marte intravede un fungo, apparentemente gustoso e pensando fra se di non volerlo condividere con gli altri, si affretta a coglierlo. Nel frattempo Natalia, affaticata dal lungo viaggio verso il castello, cerca ristoro accasciandosi sul ciglio della strada. Marte, intanto, da un calcio alla radice del fungo che non viene via e pensa di accendere un fuoco. Si mette quindi alla ricerca di ramoscelli. Natalia, riposata e pronta per ricominciare il viaggio, si accorge che di fronte a lei c’è un meraviglioso cespuglio pieno di more e decide, presa da un certo languore, di mangiarne. Marte è intento ad accendere il fuoco, quando vede un cespuglio dinanzi e se e decide di andare a vedere chi si nasconda dietro. Natalia sente rumori di passi, ma non se ne preoccupa. Marte, per evitare di essere attaccato da un eventuale straniero, lo attacca lanciando una pietra verso il cespuglio che si scuote. Natalia sente un colpo alla nuca, improvviso e forte. Con un brivido che la pervade tutta, sviene rovinosamente a terra.

Comments are closed.