Marte / 15 posts found

La ladra e l’amuleto

by Thurun
Comments are off for this post.
Uscito finalmente dal buco nel terreno, Marte si rivolge a Thurun: “Ce ne hai messo di tempo Thurun per tirarci fuori…”; Marte si guarda intorno e vede l’albero con il tronco accettato. “Nemmeno un grazie per averti tirato fuori da quel buco. Che modi!” risponde Thurun sputacchiando per terra esausto. Nel frattempo Kora, ancora un po’ scossa per l’evento appena accaduto, si guarda intorno mentre Marte nota che Arthur e Kiwidinok non ci sono più; “Devono aver preso paura del terremoto quei due…” commenta acido. “Allora Thurun, che fine ha fatto?”. Kora tenta “Thurun, su! Adesso puoi dirci cosa c’è […]

Monete Impazzite

by Arthur
Comments are off for this post.
Il sole è alto e gli uccelli cinguettano sui rami. Arthur si sveglia sull’erba e incomincia la sua ginnastica mattutina: appena incomincia, sente Ayin disorientata che chiede dov’è. Nel frattempo arriva Marte che inizia la sua giornata facendo lo sbruffone con tutti. Dopo un po’ arriva anche Koraleho che cerca di aiutare Ayn in tutti i modi e maniere. Tutto ad un tratto arriva un carro e Koraleho chiede se nelle vicinanze c’è un medico per assistere Ayin. Mentre Kora cerca di contrattare con il cocchiere Marte raccoglie nella polvere delle monete che sono cadute dal carro. Dopo poco, le […]

Fiume nero

by Marte
Comments are off for this post.
Da sotto il ponte non si vede la luce diretta del sole ma solo il suo riflesso. L’acqua scorre tranquilla. Marte allunga il braccio e intinge la mano per prendere una sorsata d’acqua. La mano sente la temperatura tiepida del fiume, l’acqua ha un gusto dolce, pulito. Anche Kiwidinok si avvicina all’acqua e vede il proprio riflesso.”Che strano” pensa “Ci sono tanti altri riflessi dentro ma non c’è nessuno qui fuori”dice mentre, girandosi, intravede solo Marte. “Cosa stai boffonchiando, indiana?”” chiede con tono calmo e pacifico muovendo la mano nell’acqua e concentrandosi sul rumore che ne esce. Kiwidinok smuove l’acqua […]

La quercia e lo spirito dell’acqua

by Marte
Comments are off for this post.
Marte è seduto coi piedi nell’acqua sul bordo del fiume. Strofina dei calzini. Li annusa, fa una faccia schifata mentre Thurun fischietta, gingillandosi con un sasso di una forma strana trovato a terra. Anche Marte fischietta: fischietta e annusa, faccia schifata, fischietta e strofina. Il rumore del fiume severo e scrosciante si diffonde in tutta la valle, il profumo di muschio si fa sentire misto a quello delle primule “Posso aiutarti? Sembra che i tuoi calzini siano molto stanchi” dice Ayin con tono da crocerossina. “Ah sei tu..ragazzina. Mi hai fatto prendere un colpo, lo sai? ” risponde Marte stupito. […]

La buca di Arthur

by Marte
Comments are off for this post.
Marte, rimasto solo nell’accampamento, tolto lo spelacchiato Modellius che continua a ronfare (qualcuno si era preoccupato di avvicinarlo al fuoco ed accoccolarlo in posizione da gatto), si avvicina di qualche centimetro al fuoco. “Che freddo, e che fame.. ma dove sono tutti?”. Arthur arriva correndo e gridando a squarcia gola “Marte dove sei ?!” grida numerose volte. Dopo poco lo vede. “Si ferito?” chiede preoccupato. “No… tutto ma non il ragazzino” commenta Marte tra i denti.. “Preferivo morire con le bestiacce… ” aggiunge mestamente. “Ciao Arthur… che piacere vederti” commenta sarcastico. “Dove ti eri cacciato?” “Aspetta qui, vado a cercare […]

I 7 saggi

by Marte
Comments are off for this post.
Il gruppo inizia a muoversi nella grotta. Marte continua a vomitare piu’ che mai, stremato al suolo. “Hey , où allez-vous? Dove andate, non vedete che questo qui è uno straccio?” dice l’Albino dall’accento francese indicando Marte. Presenza mette una mano sullo stomaco di Marte per calmare gli spasmi con una tecnica energetica che solo lei sa. Marte si rialza in piedi e dice: “Ma cosa mi hai fatto? Voglio dire, so che prima mi hai morso.. quando eri serpente, ma ora, cosa mi hai fatto?” mentre si tiene alla parete della grotta. “conosco antichi riti sciamanici, muoviamoci ora” risponde […]

Magma, scale e caverne

by Marte
Comments are off for this post.
Modelius, sulle tracce di uno sciamano per cercare di apprendere i segreti della spada che aveva trovato nel fiume, e Marte, vagante senza una meta dichiarata, si incrociano su un tortuoso sentiero della Foresta di Fuoco. Marte non si sente tanto bene e pensa di raccogliere un bastone per aiutarsi nella camminata ma, una volta afferrato, il bastone si rivela essere Presenzia: il serpente velenoso che non ci pensa due volte a morderlo. Modelius pratica un’incisione sulla mano di Marte e cerca di estrarne il veleno e ci riesce per una buona parte. Nel frattempo una strana combricola aggressiva composta […]

Un languirono da soddisfare

by Natalia
Comments are off for this post.
Lungo la strada Marte intravede un fungo, apparentemente gustoso e pensando fra se di non volerlo condividere con gli altri, si affretta a coglierlo. Nel frattempo Natalia, affaticata dal lungo viaggio verso il castello, cerca ristoro accasciandosi sul ciglio della strada. Marte, intanto, da un calcio alla radice del fungo che non viene via e pensa di accendere un fuoco. Si mette quindi alla ricerca di ramoscelli. Natalia, riposata e pronta per ricominciare il viaggio, si accorge che di fronte a lei c’è un meraviglioso cespuglio pieno di more e decide, presa da un certo languore, di mangiarne. Marte è […]

La tana dei serpenti

by Marte
Comments are off for this post.
In qualche modo Giolandar si è liberato dalla prigionia imposta da Altair e vaga ora nel bosco dopo aver seminato i due. Marte lo scorge da lontano e cerca di fermarlo buttandoglisi addosso ma Giolandar è troppo grande e grosso e Marte rimbalza per terra e stufo di cercare di combattere cerca di convincerlo almeno a parlare, ma lui non ne vuole sapere: dice solo che era stato stregato da una vecchia e che per questo aveva cercato di uccidere il gruppo. Dal bordo della strada un nuovo personaggio fa capolino: Risorta. Anche lei inizialmente scaglia frecce d’avvertimento verso Giolandar, […]

L’arciere misterioso

by Marte
Comments are off for this post.
Altair ritorna bellamente dal bosco dopo aver raccolto della frutta. Le frecce continuano a sibilare e Altair viene colpito a una mano. Succedono cose strane: gli alberi sembrano incantati e sembrano muoversi. Presenzia, strisciando sui rami, accerta che sono sotto incantesimo. Arthur avverte la presenza di strane creature, alte circa un metro, dalle sagome confuse, che corrono attorno al gruppo. Marte cerca di afferrarne una ma, mentre sta per prenderla, cade in un buco, lo stesso in cui si era nascosto… Giondalar, l’arciere misterioso. Marte e Giolandar si picchiano e Giolandar ha la peggio: un pugno in testa lo fa […]