Non chiamarlo “gioco”… chiamalo Lavoro, con la L maiuscola

“Non chiamarlo “gioco”… chiamalo Lavoro, con la L bella maiuscola!”… già mi sembra di sentirlo, Francesco, mentre legge il post.

Oggi ho partecipato ad una sessione di Gioco (con la G maiuscola) di Karjano®. Karjano® è un’attività che si svolge online (play by chat) che unisce il lavoro di crescita personale dal punto di vista olistico al Gioco (dai Francesco, non ti arrabbiare, ho anche messo la G maiuscola… lasciami modo di spiegare…).

Qualcuno di voi conosce i giochi di ruolo? No, non devi essere per forza un nerdone per conoscerli o giocarli, lo sono stata anche io in passato e li ho amati profondamente. I giochi di ruolo (tra i più conosciuti abbiamo Dungeons & Dragons, ma è solo per citarne uno) dove si gioca a “far finta che” e si narrano storie, racconti, avventure da affrontare. Le persone vengono invitate a creare un personaggio, a volte in maniera spontanea, a volte appoggiandosi a delle guide standard a seconda dell’ambientazione, e a interagire con gli altri personaggi al fine di perseguire uno scopo comune o raggiungere un determinato obiettivo.

Se Se pensate che il gioco è il primo sistema di apprendimento installato sull’essere umano al fine della sopravvivenza, capite subito che non si tratta di una sciocchezza qualsiasi: in qualche modo il gioco è la “demo” della vita… lì impariamo senza paura di farci troppo male. Quando ci avviciniamo ad un’attività ludica lo facciamo senza riserve o paura… “è soltanto un gioco!” ci diciamo e ci muoviamo senza il bisogno di tirare su muri, diffidenze o resistenze.

Chi opera nel settore olistico sa quanto il muro delle resistenze venga su più facile di quello di Trump ai confini con il Messico. E qui entra in gioco Francesco con la sua idea talmente geniale da effetto WOW. (first reaction: Shock!) Il buon Francesco Nano, (che se riusciamo ad organizzarci a breve vi racconterà in una diretta la sua idea…) appassionato di queste attività, ha notato come, partecipando a sessioni di GdR, quello che i partecipanti facevano o risolvevano nell’avventura avesse ripercussioni anche dal punto di vista anche fisico.

Ricordo ancora quando mi ha raccontato che, durante una sessione di Karjano® ,un forte stress vissuto dalla persona e messo in campo nella storia, si fosse trasformato in uno stormo di pipistrelli e fosse volato via, lasciando un forte senso di sollievo al giocatore reale.

Chi di voi opera nel mondo olistico o ne è semplice utente, sa come normalmente, attraverso visualizzazioni, si ottengano grandi risultati sulla persona e nella vita di tutti i giorni. Il concetto è semplice: costruisci un personaggio con quelle che sono le tue paure, resistenze, cose che ti danno fastidio e giocalo portandolo all’evoluzione cancellando gli stress legati alle emozioni.

Nasce così Karjano®, al momento è in fase di test, e io, insieme ad altri professionisti del settore, ho l’onore di fare parte del team Beta-tester… insomma, un modo elegante per far da cavia. Vi aggiornerò su come procede… nel frattempo se qualcuno è interessato e vuole partecipare ai test è sufficiente che mi chieda il link di accesso – si entra solo per invito – oppure può contattare Francesco dicendogli che lo mando io per “giocare” (perché quella parola, abbinata a Karjano® proprio non lo sopporta 😊).

Di Yana Duskova Madonno

Comments are closed.