Avanzamento

74%

"Che cos'è la Compagnia Dei Figli Del Momento e cosa intendi per Immortalità del Mago?" chiedi con profondo interesse e riconoscenza.

"L'immortalità del Mago è la capacità di sconfiggere la morte: per semplificare, è l'unico modo che un individuo ha per passare da una vita all'altra mantenendo un elevato grado di consapevolezza del proprio Essere. E' un'arte tanto antica quanto difficile da padroneggiare poichè, per riuscirvi, è necessario sfidare il tempo e batterlo al suo stesso gioco."

Con il medesimo fare che avresti avuto domandando la ricetta di una torta di mele ad una tua vicina di casa chiedi stupidamente, senza prima collegare la lingua al cervello "Ah, e come si fa?!" .

"La Compagina Dei Figli Del Momento" prosegue Karjano facendo finta di non aver sentito "è una Scuola segreta dell'Essere: la più potente attualmente su questo piano, in questo luogo e tempo. E' la Scuola in cui i meritevoli imparano le tecniche per sfidare e vincere il tempo, al fine di conquistare o, come potrebbe essere nel tuo caso, riconquistare l'arte dell'Immortalità del Mago."

Le tue labbra si schiudono per dire qualcosa di scomposto ed insensato del tipo "Maestro, posso entrare anche io in questa Scuola ninja!?" ma, in questo caso, il tuo apparato psicofisico riesce a tenersi a freno e il tuo pensiero si vaporizza assieme all'emissione di fiato che sbuffa rintronato dalla tua bocca.

"E' la prima volta , in tante vite," nota il maestro compiaciuto "che non inventi una scusa per scaricarmi ma che, anzi, torna a farsi vivo in te il desiderio di poter rientrare nella Compagnia Dei Figli Del Momento, tra i signori del Vril. Purtroppo però, non mi aspettavo di trovarti in queste condizioni" aggiunge, senza biasimo, ma con una punta di dispiacere.

Dopo un secondo di esitazione azzardi "Maestro, io non so niente, non mi ricordo di te e tutto ciò di cui parli mi suona incomprensibile, oltre che bizzarro, ma c'è una parte di me che ha trasalito alle tue parole. Dopo tutti questi anni spesi a cercare, a leggere libri, a passare da una pratica all'altra, senza nemmeno capire come, probabilmente mi trovo ora a sperimentare in prima persona il detto il maestro appare quando l'allievo è pronto. Questa parte di me, la parte che evidentemente ti ha riconosciuto in qualche modo, ti supplica, ti implora di concedermi l'opportunità che stavo attendendo da tutta la vita."

Mentre ti accorgi di ogni singola sillaba che esce dalle tue labbra aggiungi: