La grotta

Natalia giace a terra svenuta sulla strada. Non molto lontano da lì si trovano Risorta e Giondalar. Natalia pian piano si riprende e con il poco fiato che le rimane in gola chiede aiuto, sperando che qualcuno arrivi in suo soccorso.

Risorta e Giondalar si rendono conto della presenza di qualcuno e decidono di andargli incontro. Giondalar prende in braccio Natalia e decide insieme a Risorta di portarla in una grotta lì vicino. Risorta non vede di buon occhio la straniera e cerca di capire da quest’ultima chi sia e perché si trovi lì. Natalia inizia ad accennare la sua storia, ma i due restano abbastanza diffidenti.

Nel frattempo Giondalar viene assalito dai morsi della fame e Risorta si adopera immediatamente per cercare del cibo per entrambi. Giondalar è irrequieto. Vorrebbe mangiare e continuare la sua avventura con Risorta. Natalia tenta di convincerli di continuare insieme il viaggio con lei, ma i due non sono dello stesso avviso. Un vento impetuoso inizia a soffiare e Risorta lo coglie come un cattivo presagio. Vuole andare via insieme a Giondalar e lasciare al suo destino Natalia. Quest’ultima, consiglia ai due di prendere un masso per chiudere l’entrata della grotta e rimanere al sicuro, cercando di riposare e attendendo che il sonno porti consiglio, alias continuare o meno il viaggio insieme a lei.

Comments are closed.