La Strada / 11 posts found

Monete Impazzite

by Arthur
Comments are off for this post.
Il sole è alto e gli uccelli cinguettano sui rami. Arthur si sveglia sull’erba e incomincia la sua ginnastica mattutina: appena incomincia, sente Ayin disorientata che chiede dov’è. Nel frattempo arriva Marte che inizia la sua giornata facendo lo sbruffone con tutti. Dopo un po’ arriva anche Koraleho che cerca di aiutare Ayn in tutti i modi e maniere. Tutto ad un tratto arriva un carro e Koraleho chiede se nelle vicinanze c’è un medico per assistere Ayin. Mentre Kora cerca di contrattare con il cocchiere Marte raccoglie nella polvere delle monete che sono cadute dal carro. Dopo poco, le […]

La buca di Arthur

by Marte
Comments are off for this post.
Marte, rimasto solo nell’accampamento, tolto lo spelacchiato Modellius che continua a ronfare (qualcuno si era preoccupato di avvicinarlo al fuoco ed accoccolarlo in posizione da gatto), si avvicina di qualche centimetro al fuoco. “Che freddo, e che fame.. ma dove sono tutti?”. Arthur arriva correndo e gridando a squarcia gola “Marte dove sei ?!” grida numerose volte. Dopo poco lo vede. “Si ferito?” chiede preoccupato. “No… tutto ma non il ragazzino” commenta Marte tra i denti.. “Preferivo morire con le bestiacce… ” aggiunge mestamente. “Ciao Arthur… che piacere vederti” commenta sarcastico. “Dove ti eri cacciato?” “Aspetta qui, vado a cercare […]

Fatta la frittata!

by Marte
Comments are off for this post.
Mentre Presenzia cerca di asciugarsi il lunghi capelli cercando un posto al sole dove potersi mettere a testa in giù, Marte scherza leggero: “Modellius, hai ancora i peli della schiena elettrostatici, lo sai?” . Rinfrescato dalla delicata pioggerella, Modelius risponde “Sì, vecchio, sento ancora un pizzicore… tu piuttosto come ti senti? Mi sembri ringalluzzito…”; interviene Presenzia “anche tu sembri diverso gattaccio”. Poco più in là… “Ci risiamo, acqua, acqua e ancora acqua” esclama un cavaliere bofonchiando tra sé e sé. Cammina guardando il sentiero, all’improvviso alzò il capo attirato dal lontano rumore di una poiana; in lontananza si erge placidamente […]

La grotta

by Natalia
Comments are off for this post.
Natalia giace a terra svenuta sulla strada. Non molto lontano da lì si trovano Risorta e Giondalar. Natalia pian piano si riprende e con il poco fiato che le rimane in gola chiede aiuto, sperando che qualcuno arrivi in suo soccorso. Risorta e Giondalar si rendono conto della presenza di qualcuno e decidono di andargli incontro. Giondalar prende in braccio Natalia e decide insieme a Risorta di portarla in una grotta lì vicino. Risorta non vede di buon occhio la straniera e cerca di capire da quest’ultima chi sia e perché si trovi lì. Natalia inizia ad accennare la sua […]

Un languirono da soddisfare

by Natalia
Comments are off for this post.
Lungo la strada Marte intravede un fungo, apparentemente gustoso e pensando fra se di non volerlo condividere con gli altri, si affretta a coglierlo. Nel frattempo Natalia, affaticata dal lungo viaggio verso il castello, cerca ristoro accasciandosi sul ciglio della strada. Marte, intanto, da un calcio alla radice del fungo che non viene via e pensa di accendere un fuoco. Si mette quindi alla ricerca di ramoscelli. Natalia, riposata e pronta per ricominciare il viaggio, si accorge che di fronte a lei c’è un meraviglioso cespuglio pieno di more e decide, presa da un certo languore, di mangiarne. Marte è […]

La tana dei serpenti

by Marte
Comments are off for this post.
In qualche modo Giolandar si è liberato dalla prigionia imposta da Altair e vaga ora nel bosco dopo aver seminato i due. Marte lo scorge da lontano e cerca di fermarlo buttandoglisi addosso ma Giolandar è troppo grande e grosso e Marte rimbalza per terra e stufo di cercare di combattere cerca di convincerlo almeno a parlare, ma lui non ne vuole sapere: dice solo che era stato stregato da una vecchia e che per questo aveva cercato di uccidere il gruppo. Dal bordo della strada un nuovo personaggio fa capolino: Risorta. Anche lei inizialmente scaglia frecce d’avvertimento verso Giolandar, […]

L’arciere misterioso

by Marte
Comments are off for this post.
Altair ritorna bellamente dal bosco dopo aver raccolto della frutta. Le frecce continuano a sibilare e Altair viene colpito a una mano. Succedono cose strane: gli alberi sembrano incantati e sembrano muoversi. Presenzia, strisciando sui rami, accerta che sono sotto incantesimo. Arthur avverte la presenza di strane creature, alte circa un metro, dalle sagome confuse, che corrono attorno al gruppo. Marte cerca di afferrarne una ma, mentre sta per prenderla, cade in un buco, lo stesso in cui si era nascosto… Giondalar, l’arciere misterioso. Marte e Giolandar si picchiano e Giolandar ha la peggio: un pugno in testa lo fa […]

Presenzia: il serpente del bosco

by presenzia
Comments are off for this post.
Lungo il tragitto per portare il giovane a curarsi verso Albero il carretto fa una sosta per permettere a Altair di andare a cercare della frutta sugli alberi della Foresta di Fuoco che circonda la Strada. Arthur e Marte scendono dal carretto dopo che il cavallo sembra essersi spaventato per qualcosa; si dirigono verso il bosco quando sentono un rumore. Presenzia, un serpente parlante verde non troppo vistoso, è nascosta nei cespugli in cerca di una preda. Spaventati dalla vista del serpente cercano di colpirlo invano ma, nel frattempo, un’aquila arriva in picchiata e afferra il serpente. Dopo un veloce […]

Una minaccia incombe sulla Valle

by Marte
Comments are off for this post.
E’ una nottata strana nella Valle: l’attività magmatica nella Foresta di Fuoco è più intensa del solito. Marte continua a cacciare lucciole quando scorge di nuovo Modellius: il felino “pulcioso” con cui ama punzecchiarsi fin dal primo momento che lo ha visto. Mentre arriva un nuovo personaggio nella Valle, Altair, un tipo con un’armatura che gli copre il viso e che Marte inizia subito a chiamare “caffettiera”, dei lapilli infuocati atterrano sulla strada. Accade una cosa strana: un albero si incendia. Mentre le fiamme iniziano ad alzarsi e anche un altro albero inizia a prendere fuoco infiammato dal primo; Marte […]

Lucciole, ombre e orsi

by Francesco
Comments are off for this post.
La strada di notte era molto buia. Marte cercava di catturare delle lucciole con una lanterna a vetri: si sa, guardare le lucciole aiutano a risollevare il morale di chi, di notte, non riesce a dormire per la malinconia della mancanza dello smog e della tecnologia di al-di-qua. Ad un certo punto fa un incontro bizzarro: un ragazzo, Tesserak, che cammina solo nella notte, farfuglia e non sa da che parte andare. Dopo un pò di dialogo tra sordi, compaiono altri 2 personaggi sulla strada: Maya e Modelius, un uomo gatto. Ad un tratto, mentre Marte corre dietro alle lucciole, […]